Logo IeD

Saggio su Autonomia privata e ambiente

Scritto da Armando Calogero • nov 2021

Sintesi

Il diritto dell’ambiente è tradizionalmente analizzato nei suoi aspetti pubblicistici. Il presente contributo, invece, nel solco di una nuova tendenza interpretativa civilistica, intende indagare le ripercussioni delle politiche ambientali sul piano privatistico e, nello specifico, dell’autonomia contrattuale da una parte e dell’autonomia normativa dei privati dall’altra. Su tale premessa, lo scritto appunta l’attenzione sulla tutela dell’ambiente convogliata per il tramite dell’attività negoziale dei consociati.

Si darà, dunque, atto dell’incidenza della tutela ambientale sulla causa del contratto, sui beni suscettibili di diventarne oggetto e sulla proliferazione di nuovi tipi contrattuali, cercando di soffermarsi, per quanto possibile nei canoni di ristrettezza del presente contributo, anche sui profili rimediali rispetto a condotte dei contraenti lesive del bene in esame e sui canoni di interpretazione e di integrazione di cui l’interesse ambientale richiede il rispetto.

Inoltre, si approfondisce anche l’autonomia privata sotto forma di regolamentazione o co-regolamentazione, come autonomia normativa privata, dei fenomeni ambientali, evidenziando la tendenza al superamento del monopolio dello Stato e degli enti locali nella produzione normativa in materia di ambiente e l’ingresso della soft law nel sistema delle fonti in materia di ambiente.

Contenuto

Contenuto disponibile in PDF.

Clicca il pulsante in basso per scaricare l'articolo