Logo IeD

La crisi della democrazia rappresentativa

Scritto da Franco Gallo • dic 2020

Sintesi

Il lavoro analizza il declino delle Istituzioni rappresentative democratiche, fondate sulla delega dei poteri da parte degli elettori. La diffusione delle tecnologie digitali e lo sviluppo della rete, aperta a tutti, ha dato vita alla “democrazia del pubblico”. Le persone si aggregano in gruppi identitari, che si dividono e scontrano sulla rete ostacolando la sintesi nelle Istituzioni. I leaders cercano il consenso omologandosi alla rete, i Partiti si trasformano in comitati elettorali del leader. La democrazia digitale può rinnovare i Partiti e le Istituzioni rappresentative, ma non può sostituirle. La dimensione planetaria della rete è il principale ostacolo allo sviluppo di strumenti di democrazia digitale, per la difficoltà di assicurare a tutti il libero accesso e i diritti, garantiti dalla Costituzione.

Contenuto

Contenuto disponibile in PDF.

Clicca il pulsante in basso per scaricare l'articolo