Logo IeD

Legal reasoning in the age of artificial intelligence

Scritto da Emanuela Di Rauso • lug 2022

Sintesi

L’impiego dell’intelligenza artificiale influenza ormai ogni aspetto della vita individuale e collettiva e sta mutando con rapidità non solo l’ambito dell’economia, ma anche quello politico e sociale, senza che peraltro si possano ipotizzarne con certezza gli esiti. A fronte di tale travolgente progresso, la riflessione giuridica è ancora in forte ritardo. Il legislatore fatica a inseguire fattispecie mutevoli e sfuggenti e non è chiaro quali strumenti interpretativi ed applicativi possano essere in concreto adoperati dai giuristi. Questo lavoro propone per l’appunto di colmare la lacuna, stimolando un percorso di riflessione che ponga nuovamente al centro dell’investigazione il diritto ed i suoi fondamenti. L’obiettivo è quello di esplorare – e se possibile comprendere – come l’uso di macchine e programmi intelligenti possa influenzare lo sviluppo ed il compimento del ragionamento giuridico.

L’intelligenza artificiale è la chiave di ingresso in un mondo nuovo, che non è per forza di cose il mondo distopico della letteratura o del cinema di fantascienza, ma che certamente sarà caratterizzato da processi trasformativi imponenti, che riguardano la politica, l’economia, le relazioni personali, la formazione professionale e l’istruzione, la giustizia, la salute, solo per citare i punti di ricaduta più importanti degli sviluppi dell’intelligenza artificiale.

Di fronte a queste trasformazioni e ai grandi cambiamenti il diritto deve adeguare le sue risposte, e in alcuni casi deve immaginare risposte completamente nuove. L’interesse del diritto per l’intelligenza artificiale trova una giustificazione quasi “naturale”. Il diritto è, in una prospettiva realista, un prodotto di forze sociali, il riflesso di esigenze e problemi della vita sociale contemporanea; l’intelligenza artificiale quindi è ormai, e sempre più lo sarà, un elemento essenziale nella vita delle persone, nel sistema di relazioni sociali. Si tratta di trovare una sintesi tra l’innovazione tecnologica ed i principi che devono guidare l’attività del giurista, al fine di garantire comunque una adeguata tutela dei diritti.


Contenuto

Contenuto disponibile in PDF.

Clicca il pulsante in basso per scaricare l'articolo